Evento Mafiout in piazza - “Dove non batte la Lanterna – Storie e associazioni di lotta alla mafia in Liguria”

MAFI:OUT in Piazza!

“Dove non batte la Lanterna”: storie e associazioni di lotta alla mafia in Liguria: appuntamento 26 e 27 maggio in Piazza Don Gallo, Genova.
26 Maggio 2023
5 min
896 views

Per dare concretezza e conclusione alla prima edizione della rassegna “Mafi:Out” di Wall:Out Magazine, svoltasi sulle pagine virtuali dall’8 al 14 maggio, un gruppo di associazioni e realtà che si impegnano e lottano tutti i giorni dell’anno contro le mafie realizza e propone una rassegna di talk e attività dove raccontare l’antimafia e formazione all’antimafia.

L’evento Mafi:out in piazza – “Dove non batte la Lanterna – Storie e associazioni di lotta alla mafia in Liguria”, si svolgerà venerdì 26 e sabato 27 maggio, nel centro storico di Genova, luogo profondamente toccato dall’azione mafiosa, stabilendo base in Piazza Don Gallo dove si terrà la maggior parte delle proposte. Nella due giorni verranno proposti tre talk e tre attività.

Più di cento sono i beni confiscati alla criminalità organizzata a Genova: immancabili sono quindi sia la proposta di “Beni in Tour”, ovvero il giro del Centro Storico percorrendo i passi che uniscono le saracinesche dipinte dei locali al piano terra confiscati, sia l’esperienza – appena inaugurata e che proprio in un bene confiscato in Vico dell’Umiltà ha sede – di EnigMalavita, la escape room a tema lotta alla mafia.

Ancora, avendo registrato apprezzamento da chiunque vi abbia partecipato, la terza attività proposta è il Processo Simulato, che si terrà nei locali di Piazza Don Gallo, per far vivere, comprendere e riflettere soprattutto l3 più giovan3 su quanto la Giustizia sia tanto necessaria quanto complessa, perché vicenda umana.


Beni in Tour

Verranno proposte tre edizioni di “Beni in Tour”, tenute dal Presidio di Libera Genova “Francesca Morvillo” e A.d.e.s.so. Associazione:
• venerdì alle 18, sabato alle 10 e alle 15,
• punto di ritrovo iniziale e conclusione in Piazza Don Gallo.

Per prenotarsi clicca sul pulsante qui sotto:


EnigMalavita

Verranno proposti quattro slot di escape room “EnigMalavita”:
• venerdì alle 19 e alle 21 e sabato alle 14 e alle 16,
• presso il bene confiscato di Vico dell’Umiltà.

Per prenotarsi cliccare qui:


Processo Simulato

Verranno proposte due sessioni di “Processo Simulato”, tenuto da Antonio Lijoi dell’Osservatorio Mafie in Liguria “Boris Giuliano”:
• sabato alle 10 e alle 15,
• Piazza Don Gallo.

Per prenotarsi cliccare qui:


Talks

Così come Mafi:Out è anche un percorso tra gli eventi accaduti a Genova e in Liguria nonché tra le associazioni che lottano alla mafia ogni giorno, così “Dove non batte la Lanterna” vuole rievocare da dove siamo partiti e verso dove possiamo incamminarci da oggi.

Primo Talk:

Il primo talk, venerdì alle 19, dal titolo “La mafia a Genova non esiste”, ripercorrerà quella che era la situazione e il contesto della lotta alla mafia a Genova solo che nel 2009, quando si trovò il coraggio di dire “anche a Genova la mafia esiste ed opera”. (Articolo di wall:out La mafia a Genova non esiste!)

Lo si farà con l’allora Sindaca di Genova, Marta Vincenzi, che per prima osò squarciare il velo del non detto, per chiederle “cosa possono fare le istituzioni” nella lotta alla mafia; e con Andrea Piccardo, commerciante e colonna storica dell’impegno contro la criminalità nel quartiere della Maddalena, a cui verrà chiesto “cosa possiamo fare noi, cittadine e cittadini, ogni giorno nella nostra quotidianità” (articolo di wall:out Ma cosa possiamo fare noi?) per dare il nostro contributo nella lotta alla mafia.

A moderare il dibattito Edoardo Marangoni di Wall:Out Magazine.

Secondo Talk:

Il secondo talk, sabato alle 17, intitolato “da uno stragismo all’altro”, vuole ampliare lo sguardo e il respiro: grazie alla guida dello storico Gregorio Staglianò – che dal 2017 al 2022 ha preso parte a “Passato e Presente”, il programma di divulgazione storica condotto da Paolo Mieli su Rai 3 e Rai Storia – ripercorreremo quegli anni ’70, ’80 e ’90, sorprendenti e che forse oggi ci paiono così lontani, che sconvolsero la situazione politica e sociale italiana, costellando i calendari di infauste ricorrenze tra omicidi e stragi degli Anni di Piombo e dell’azione mafiosa.

Dialogando con Pietro Buatier di Frammenti di Storia.

Terzo Talk:

Il terzo talk, sabato alle 18:30, sarà la presentazione del libro Punto e capo. Storia ed evoluzione di mafia e antimafia in Liguria (Punto e Capo, Genova University Press), con i curatori del volume Stefano Busi e Marco Antonelli, per tirare le fila appunto di ciò che è accaduto sul fronte dell’azione criminale e ciò che è stato fatto nel campo dell’antimafia, sia sul versante processuale sia sul versante sociale e civico, e quindi da dove e come oggi è bene e necessario ripartire. (Articolo di wall:out Il sistema portuale ligure è un’occasione di crescita.. per chi?)

A moderare il dibattito Antonio Lijoi dell’Osservatorio Mafie in Liguria “Boris Giuliano”.

Tutti i talk si svolgeranno in Piazza Don Gallo, sede di tante associazioni impegnate nonché luogo dove vi sono beni confiscati alla mafia, messi in riuso sociale, le cui saracinesche sono state dipinte.


La rassegna Mafi:Out ha incontrato e raccolto storie di associazioni, eventi e persone non solo di Genova ma di tutta la Liguria, ricevendo risposte esclusivamente positive ed entusiastiche alla chiamata: un Grazie senza fine Wall:Out Magazine, promotrice e redattrice della rassegna, vuole indirizzare sin d’ora a tutte le realtà che hanno aderito, e ha scelto di farlo rendendo concreto, mettendo su carta, per la prima volta, l’intera rassegna, rendendola un volume fruibile e leggibile in mano e non solo su schermo, ambendo a raggiungere ancora più capillarmente il pubblico genovese e ligure, parlando di qualcosa di cui in tant3 – ma certamente non tutt3 – si sa, ma di cui ancora poco, ancora troppo poco si parla, innanzitutto “sotto la Lanterna”.

L’evento “Dove non batte la Lanterna” è organizzato dal coordinamento delle seguenti associazioni e realtà impegnate nella lotta alla mafia: Wall:Out Magazine, Libera Genova e Liguria, A.d.e.s.so., Osservatorio Mafie in Liguria “Boris Giuliano”, WikiMafia, EnigMalavita, Frammenti di Storia.

Sulle pagine della rassegna “Mafi:Out” sono apparsi contributi e interviste alle seguenti associazioni e realtà impegnate nella lotta alla mafia: Wall:Out Magazine, Libera Genova e Liguria, A.d.e.s.so., Anemmu, Osservatorio Mafie in Liguria “Boris Giuliano”, WikiMafia, EnigMalavita, Movimento delle Agende Rosse “Gruppo Falcone e Borsellino” Genova/Liguria, Associazione L’Egalitè, Legambiente.

In questo articolo trovate l’indice e i link di tutti i contributi:
MAFI:OUT. Unico Indice e mappa per orientarsi nella Lotta alla Mafia in Liguria

Abbiamo voluto redigere una mappa delle associazioni e delle realtà impegnate nella lotta alla mafia che abbiamo coinvolto ed hanno aderito alla rassegna “Mafi:Out”, nonché delle città coinvolte nelle vicende raccontate, ivi liberamente consultabile.

Sulle pagine della rassegna “Mafi:Out” sono apparsi contributi e interviste alle seguenti persone, in alcuni casi in rappresentanza di enti e istituzioni:

Marcello Scaglione nipote di Pietro Scaglione primo magistrato ucciso dalla mafia (Link Articolo), il Presidente della Commissione Regionale Speciale Antimafia della Liguria Roberto Centi (Link Articolo), il Consigliere Regionale primo proponente dell’istituzione di detta Commissione Luca Garibaldi (Link Articolo), la responsabile gestione beni confiscati della Direzione Patrimonio del Comune di Genova dott.ssa Giorgia Casabona (Link Articolo), Andrea Piccardo commerciante e colonna storica dell’impegno contro la criminalità nel quartiere della Maddalena (Link Articolo), il giornalista delle vicende della mafia e dell’antimafia in Liguria Marco Grasso (Link Articolo), l’architetto Davide Ghio cui si deve la costruzione della mappa dei beni confiscati (Link Articolo) in Liguria presente sulla pagina dell’Osservatorio Mafie in Liguria “Boris Giuliano”.

Immagine di copertina:
Grafica wow agency


Scrivi all’Autorə

Vuoi contattare l’Autorə per parlare dell’articolo?
Clicca sul pulsante qui a destra.


Le 10 cose inutili fatte da Bucci sindaco Parte 1
Articolo Precedente

Le 10 cose inutili fatte da Bucci sindaco (Parte 1)

Letizia Battaglia : la fotografia mi ha mostrato la strada della libertà. Palazzo Ducale, Genova
Prossimo Articolo

Letizia Battaglia : la fotografia mi ha mostrato la strada della libertà

Ultimi Articoli in Medium

Mostra “Il rovescio dei rami” di Luca Mengoni, Genova.

E questa siepe + rami

Un personale viaggio nella mostra “Nel Rovescio dei Rami” dell’artista Luca Mengoni, nello spazio d’arte a Genova Sharevolution contemporary art.
TornaSu

Don't Miss