2 anni di Spazio 126: la prima festa al Parco Urbano del Lagaccio

2 anni di Spazio 126: la prima festa al Parco Urbano del Lagaccio

E’ tempo di Comple-Spazio: tra “Calci ai Balilla”, sport, musica, teatro, dibattiti, una festa coi fiocchi che mostra quanto faccia bene tessere rete di comunità e socialità per tutta la Città.
20 Settembre 2023
5 min
776 views

Sabato 23 settembre dalle 10 al mattino a mezzanotte, presso il Parco Urbano Gavoglio appena inaugurato e aperto al pubblico, l’associazione di promozione sociale Spazio 126 (Instagram | Facebook) festeggia i propri primi due anni di attività associativa, ed è una gioia davvero collettiva: evviva!

Giochi e sport, di ogni tipo e per chiunque, tutto il giorno, a un piccolo prezzo di iscrizione: è ben utile eccome prenotarsi, fate presto!

Dal basket alla pallavolo al marchio di fabbrica di Spazio 126: il torneo di “Calci ai Balilla”!

Non c’è niente di partitico in ciò che facciamo” dice Marco D’Erba, presidente di Spazio 126, “ma c’è sì una azione politica, volta a promozione e incentivazione dello spirito di comunità, giocoso e festoso, consapevole della bellezza dello stare bene insieme negli spazi pubblici che pretendiamo e che abbiamo, poiché questo ‘spazio pubblico’ è il luogo della crescita personale e collettiva allo stesso tempo, necessaria alla formazione in ciascuna e ciascuno di noi di una coscienza critica capace di interrogarsi e compiere delle scelte.

Comple-Spazio

Vediamo quindi il ventaglio della proposta del secondo “Comple-Spazio” – si chiama così la Festa per i 2 anni di Spazio 126- al Parco Urbano del Lagaccio:

  • Dalle 10 alle 17 i tornei sportivi: quello di Pallavolo vedrà partecipare 12 squadre (da 6 persone) per prenotarsi contattare il numero 347 47 92 207 , quello di Basket altrettante (da 3 persone o più) per prenotarsi contattare il numero 334 89 68 918 , entrambi a partecipazione libera e mista: sia se siete più persone (bene per i cambi e i riposi di fiato!) sia se siete di meno, ché qualche squadra si comporrà appunto con spirito di comunità!
  • Dalle 14 alle 18 il mitico torneo di “Calci ai Balilla”: iscrizione pressoché simbolica di 2€ a coppia, per un divertimento assicurato!

Il torneo di “Calci ai Balilla” è proprio ciò che ha fatto conoscere Spazio 126 fuori dai propri confini:

Uno dei nostri obiettivi fondativi”, racconta Marco, “è rigenerare lo spirito di comunità, conoscere nuove realtà e farle conoscere tra loro, tessere una rete sociale che corra lungo la nostra Città!

E indubbiamente se il Gioco è strumento da sempre ben più efficace di mille discorsi per creare relazioni tra le persone, il calcio balilla è il gioco per antonomasia in Italia che riesce a far entrare in empatia e confidenza chiunque a partire dalla prima.. rullata!

Non credevamo fosse possibile tutto ciò: il torneo è nato anche un po’ per caso, con quel nome che attira e incuriosisce, e abbiamo pensato ‘ma perché farlo solo a casa nostra? Portiamolo in giro per la tutta Genova’”: e così hanno fatto!

Perché se giocare a calcetto richiede spazi e costi, il calcio balilla è invece facilmente ‘esportabile’ laddove l’oggetto c’è già, ecco qui il trucco, la chiave per ‘farlo girare’: “ci sono tante associazioni in giro per la città con le loro sedi, forse un pò vetuste, forse frequentate più da.. non più giovani che da giovani, che dispongono dei c.d. ‘biliardini’ che però rimangono impolverati ormai troppo a lungo. Il torneo di “Calci ai Balilla” ha messo in nuovo movimento una rete di spazi e singole comunità mettendole in relazione con la scusa più bella del mondo: fare gol col colpo secco dall’omino del terzino della stecca più vicina alla propria porta. Se poi è l’omino rosso, beh, vale doppio!”.

Insomma: vedete che la bocciofila o la società operaia o il circolo sotto casa vostra è poco animato e avrebbe bisogno di rilancio e nuova linfa? Forse dovreste proprio arruolare Spazio 126!

Ma come nasce Spazio 126?

Da un mix di voglia di incontrarsi e ritrovarsi dopo la pandemia e il lockdown del 2020 che ci hanno costretti a casa assai a lungo, soli e isolati, e dal rendersi conto appunto che ci sono tanti spazi pubblici – con più accezioni e gradazioni – oggi spesso ignorati, soprattutto dalle giovani generazioni, che sono invece risorsa a potenziale altissimo per costruire una società più solidale, più aggregata, capace di crescere persone consapevoli e con spirito critico.

Abbiamo prima frequentato Villa Rosazza, poi, grazie al principio di rete sociale intessuta, abbiamo trovato ospitalità presso la Casa di Quartiere Centro Polivalente ‘Giovanni Scrivani’ al Lagaccio, che è oggi la nostra base operativa, il nostro covo! Lo abbiamo ereditato in condizioni che necessitavano di un corposo restyling, sia interno sia in quello che era praticamente una selva e ora è un fresco giardino, dove abbiamo allestito anche una zona bar. Siamo molto orgogliosi del risultato: uno dei nostri obiettivi è anche appunto il recupero e la rigenerazione di spazi urbani sociali e la nostra sede ne è il primo splendido esempio!

E così anche la scelta del luogo dove fare il secondo Comple-Spazio non è certamente casuale!

Il nuovo Parco Urbano del Lagaccio è il segno che la rigenerazione urbana non solo ha senso e merita di essere promossa, ma perfino che può portare a risultati sorprendenti e davvero rigenerativi per un territorio ed anche per il territorio che gli gravita attorno! Siamo quindi davvero contenti che sia la nostra festa il primo evento che si svolge dall’apertura del Parco!

Gli organizzatori assicurano che a pranzo e a cena, i panini e le bevande che si troveranno al Parco saranno a prezzi popolarissimi. 

Attività, dibattiti, punti informativi, teatro e musica

Ancora con lo spirito di stimolare la formazione di coscienze critiche, nel pomeriggio ci saranno più stand di realtà del territorio attive sulle più diverse tematiche, che proporranno attività, dibattiti e punti informativi nello spirito di creare una ‘piazza delle realtà sociali’ e coltivare la rete di collaborazione.

Tra le varie proposte, si segnala “Quattro Forti a confronto”: dibattito tra i gestori e gli animatori di quattro spazi attorno e nei forti di Genova, che oggi stanno riscoprendo nuova vita per la volontà e la tenacia di chi vede in quegli spazi, vecchi e che ci catapultano in epoche passate, opportunità ancora vive e potenti di socialità e benessere collettivo.

Infine tra pomeriggio e sera ci saranno uno spettacolo teatrale itinerante per il Parco, dal titolo “Il piccolo Principe è tornato”, della compagnia “Liberi Tutti”, e alla sera diverse band e proposte musicali si alterneranno sul palco, tra musica acustica, rapper genovesi e dj set.

Una festa coi fiocchi per Spazio 126, che compie due anni e così rilancia il proprio anno di attività, più carico che mai, pronto a correre ancora per tutta la città per tessere quella rete di socialità che tanto bene ha già fatto e sicuramente farà al senso di comunità e solidarietà nella nostra città!

Immagine di copertina:
Locandina dell’evento Comple-Spazio. Fonte Spazio 126


Scrivi all’Autorə

Vuoi contattare l’Autorə per parlare dell’articolo?
Clicca sul pulsante qui a destra.


Yoga e silenzio a Casella. B&B Crocevia del Sale (Via Crocefieschi 11 a Casella), Associazione Amici di Riki.
Articolo Precedente

Yoga e silenzio stasera a Casella

Biciofficina Maddalena! Bel colpo a segno contro la criminalità organizzata
Prossimo Articolo

BOOM! Bel colpo a segno contro la criminalità organizzata

Ultimi Articoli in Medium

Mostra “Il rovescio dei rami” di Luca Mengoni, Genova.

E questa siepe + rami

Un personale viaggio nella mostra “Nel Rovescio dei Rami” dell’artista Luca Mengoni, nello spazio d’arte a Genova Sharevolution contemporary art.
TornaSu

Don't Miss