Goa Boa 2022. Genova, Parco degli Erzelli

The Next Day: un weekend di musica e nuove generazioni agli Erzelli

Al parco degli Erzelli va di scena il primo atto della stagione estiva targata Goa Boa, tra nomi affermati e talenti emergenti.

325 views
2 min

Giovani, tenetevi forte, sta per tornare Goa Boa, con un’ondata di nomi davvero interessanti. Saranno due giorni di concerti, per un weekend all’insegna della musica e dei piedi nudi sui prati. L’evento avrà luogo presso il Parco degli Erzelli, eletto a contesto in cui far prendere corpo all’edizione 2022.

Il titolo della rassegna, “The Next Day”, rimanda a uno dei valori cardine di Goa Boa: fare da vettore per la cultura giovanile, proiettandola sul grande palcoscenico in tutte le sue sfaccettature.

Ma passiamo immediatamente ai nomi, a coloro cioè che faranno esplodere il cielo del Ponente genovese, grazie alle loro voci. Ciò che si nota, scorrendo la scaletta in programma, è l’eterogeneità degli artisti e delle artiste coinvolte. Volti già affermati insieme a figure emergenti, sia cantanti locali sia provenienti dal resto d’Italia. 

Purtroppo la data del 24 Giugno è stata rimandata, a causa di problemi di salute occorsi a Blanco. Il vincitore dell’ultimo Festival di Sanremo (insieme a Mahmood), avrebbe dovuto aprire la tre giorni di Goa Boa, insieme al gruppo BNKR44, allo zeneise Olly, a Deriansky, a Ele A, a Colla Zio, a Chicuta, a Il Chico e a Hooded.

Dunque si inaugurerà sabato 25 giugno, quando salirà sul palco Ghali, grande protagonista della serata.

Sarà l’occasione per ascoltare alcuni brani della sua ultima fatica: l’album “Sensazione Ultra”, a distanza di oltre due anni dal suo precedente progetto musicale.

In seguito, un fiume di musica travolgerà il pubblico, grazie ad Ariete, Alfa, Tredici Pietro, Novelo, Leon Faun, Matsby, Sela e Laba. Insomma, si comincia con una scorpacciata di note, di rime, di visioni estetiche, di salti e di metriche. Un inno alla generazione Z e alle sue sonorità.

Anche il secondo giorno, ossia domenica 26 Giugno, presenterà un roster di assoluto livello.

L’attenzione ricadrà principalmente su Bresh, il figlio di casa, e su Madame, che continua a stupire per talento e maturità, nonostante la giovanissima età. Intorno a loro, si esibiranno J Lord, Big Mama, Helmi Sa7Bi, Big Vibe, Young Slash, Sayf, Jerry Sampi, Vago e Rojito.

Pure in questo caso, la miscela proposta dall’organizzazione di Goa Boa sarà gustosa e ricca di varietà.

La scorse settimane, invece, presso le rovine archeologiche dei Giardini Luzzati, si sono tenute le finali delle selezioni di Goa Boa, in due puntate.

L’obiettivo? Individuare giovani talenti liguri under 25 e dare loro l’opportunità di salire sul palco di “The Next Day”. Il fresco ecosistema musicale della scena locale si è quindi attivato, rispondendo all’appello in gran numero.

L’entusiasmo di chi ha dalla sua parte la voglia di giocarsi un ruolo, di ritagliarsi uno spazio e di declinare le proprie regole del gioco ha regalato due serate di leggerezza, di punchline, di braccia levate al cielo e di orecchie piene di suoni.

Adesso è il momento di godersela, l’estate genovese è ufficialmente iniziata e questo weekend si scriverà un altro capitolo della saga di Goa Boa, che da oltre vent’anni organizza a Genova eventi capaci di convogliare passioni e umori generazionali.

Immagine di copertina:
Foto di Emanuela Zampa


Scrivi all’Autorə

Vuoi contattare l’Autorə per parlare dell’articolo?
Clicca sul pulsante qui a destra.


Classe ’95. Laureato in Scienze Internazionali e in Storia contemporanea.
Innamorato del mondo e con un semestre in Norvegia alle spalle.
Nel giugno 2018 ha fondato il progetto editoriale Frammenti di Storia, che porta avanti quotidianamente insieme a giovani da tutta Italia. Appassionato di geopolitica, di trekking e di vita outdoor in genere. Sta poco fermo.

Articolo Precedente

Sextival a Rapallo: perché vogliamo parlare di sesso?

Prossimo Articolo

LENS | La minaccia della siccità e della desertificazione

Ultimi Articoli in Medium