Antimafia sociale tra vicoli e riviera: Campo Estivo di Libera a Sestri Levante

Antimafia sociale tra vicoli e riviera: Campo Estivo di Libera a Sestri Levante

Un campo di antimafia sociale nella Provincia di Genova: l’estate 2023 porta in riviera un’esperienza di impegno tutta da scoprire.

753 views
2 min

Il prossimo campo estivo di Libera si terrà a fine agosto a Sestri Levante. La Città dei Due Mari è un borgo celebre per l’inconfondibile morfologia del suo territorio, il cui centro storico si affaccia su due baie, divise da un istmo che unisce il promontorio alla terraferma.

Come il resto del territorio regionale, anche il Tigullio non è stato risparmiato dalle infiltrazioni della ‘ndrangheta, di cui si hanno prove della presenza fin dagli anni ’50 e di cui il comprensorio ha ricevuto triste conferma con il commissariamento per mafia del vicino comune di Lavagna, nel 2017.

Il campo è organizzato dal Coordinamento di Libera Genova e dall’Associazione APS A.De.S.So. – Antimafia, Diritti e Solidarietà Sociale, in collaborazione con altre realtà aderenti sempre al coordinamento territoriale, che da anni si occupano dell’analisi del fenomeno mafioso sul territorio ligure.

Per quanto riguarda le attività formative, questo campo vedrà la partecipazione di: Coordinamento Libera Genova con i tre presidi territoriali (Francesca Morvillo, Scaglione – Lo Russo, Nicholas Green), Osservatorio sulle mafie in Liguria “Boris Giuliano”, ANPI Sestri Levante, CGIL, Associazione Amici del Leudo, Coop Liguria, Zona Tre Golfi AGESCI e il supporto, per la parte organizzativa, di AGESCI Tigullio, Circolo Arci “Virgola” e Centro Giovani “Casette Rosse”.

Antimafia sociale tra vicoli e riviera: Campo Estivo di Libera a Sestri Levante
Campo estivo di Libera Genova. Fonte Libera Genova

Il campo sarà un’occasione per incontrarsi e collaborare con realtà associative di quartiere e non solo, che quotidianamente agiscono per migliorare la qualità della vita del proprio territorio, convinte che il lavoro in Rete e la solidarietà siano le basi per realizzare azioni di antimafia sociale con un impatto concreto sui luoghi e sulle vite delle persone.

Ci sarà una parte di formazione sul radicamento delle mafie, in particolare l’ ‘ndrangheta, nel territorio ligure/genovese; si proverà l’esperienza di un “processo simulato”, grazie all’apporto dell’Osservatorio sulle mafie in Liguria “Boris Giuliano”.

Si conosceranno meglio i vari territori coinvolti, attraverso specifici momenti di impegno concreto e in collaborazione con le realtà già stanziate sul territorio. Si visiteranno alcuni beni confiscati nel centro storico di Genova, conoscendo anche una nuova destinazione di un bene confiscato (l’escape room “EnigMalavita” con la zona Tre Golfi di AGESCI).

Si approfondirà il tema della Memoria: quella della Resistenza, che in questi territori ha avuto una grande rilevanza storica e sociale, ripercorrendo i “sentieri della resistenza” e ascoltando testimonianze dirette. Quella delle vittime innocenti di mafie, attraverso testimonianze e confronto sull’importanza del racconto e del mantenere vive tali storie.

Per consultare tutte le informazioni sul campo estivo, scoprirne il programma completo e trovare i contatti clicca qui sotto! Ti aspettiamo!

Il documentario realizzato dalla regia collettiva delle ragazze e dei ragazzi che hanno partecipato al campo estivo “CIAK SI GIRA” di E!state Liberi, svolto a Genova dal 26 Agosto al 2 Settembre 2018.

Immagine di copertina:
Grafica wall:in media agency su foto del campo estivo di Libera Genova


Scrivi all’Autorə

Vuoi contattare l’Autorə per parlare dell’articolo?
Clicca sul pulsante qui a destra.


Libera è una rete di realtà coinvolte in un impegno non solo “contro” le mafie, la corruzione, i fenomeni di criminalità e chi li alimenta, ma profondamente “per”: per la giustizia sociale, per la ricerca di verità, per la tutela dei diritti, per una politica trasparente, per una legalità democratica fondata sull’uguaglianza, per una memoria viva e condivisa, per una cittadinanza all’altezza dello spirito e delle speranze della Costituzione.

2 Comments

Comments are closed.

Articolo Precedente

I forti degli Erzelli, una storia quasi dimenticata

Prossimo Articolo

Denim Day: è stupro anche con i jeans. Diciamolo in piazza!

Ultimi Articoli in Small