Istruzione israeliana

LABIBA | Introduzione alla disuguaglianza: il sistema educativo israeliano

La questione israelo-palestinese produce effetti in differenti ambiti della società israeliana come il sistema educativo fortemente disegualitario.

291 views
1 min

L’istruzione è uno dei fondamenti della società di qualsiasi paese, e lo stesso vale per Israele e Palestina. Ma tra paesi ai ferri corti, anche il sistema educativo israeliano segue lo stesso percorso.

Il sistema educativo in Israele è uno dei tanti settori in cui i cittadini ebrei e arabi palestinesi sono segregati gli uni dagli altri, poiché le scuole sono rigorosamente separate in base alla religione e all’etnia. Il sistema educativo israeliano segue gli interessi dello Stato piuttosto che degli studenti, e quindi le manifestazioni studentesche per protestare contro questa divisione non sono né strane né estranee.

Il sistema nella sua forma attuale è stato istituito nel 1953 con la legge statale sull’istruzione che ha stabilito il quadro giuridico per la creazione di due settori: uno ebraico laico e uno ebraico religioso. Sebbene la minoranza palestinese non sia menzionata in questa legge, la creazione di un settore scolastico arabo separato dai due ebraici era l’inevitabile continuazione di questo sistema.

Nonostante un emendamento alla legge nel 2000, il settore arabo non ha un’esistenza legale ufficiale, ma esiste accanto ai due riconosciuti ufficialmente come “sistema non ufficiale ma riconosciuto”.

Così, fin dal 1953, agli arabi palestinesi e agli ebrei israeliani è stato generalmente impedito di frequentare insieme la scuola.

I recenti sforzi per separare la popolazione palestinese-cristiana in Israele in vista del servizio di leva e della continuità dell’istruzione suggeriscono che il sistema educativo nella sua forma attuale è più che un fornitore di conoscenze per i cittadini dello Stato. Il Ministero dell’Istruzione ha il controllo completo sui programmi di studio di tutti i tipi di scuole – ebraiche, druse e arabe, pubbliche e private, dalla scuola materna alle superiori.

Ci sono due modi principali per i quali il sistema educativo statale promuove le divisioni tra i cittadini palestinesi in Israele

La prima è direttamente, attraverso la separazione delle diverse comunità religiose in scuole separate, la determinazione dei programmi di studio e la nomina di insegnanti e presidi.

La seconda è indirettamente, attraverso questioni relative a finanziamenti, infrastrutture, scuole pubbliche e accesso all’istruzione superiore.

Il sistema educativo può quindi essere visto come uno strumento politico utilizzato dal governo per portare avanti i suoi obiettivi di promozione del carattere ebraico dello Stato, piuttosto che per fornire la migliore istruzione possibile a tutti i cittadini.

Immagine di copertina:
Foto di Markus Spiske


Scrivi all’Autorə

Vuoi contattare l’Autorə per parlare dell’articolo?
Clicca sul pulsante qui a destra.


Labiba vuole essere un ponte tra chi vive e chi ascolta. Racconta la Palestina attraverso le storie e la ricchezza dei luoghi. Labiba è un luogo sicuramente lontano ma esiste e, non è solo occupazione militare del suolo, ma anche land grabbing, water grabbing, sfruttamento delle risorse e dei lavoratori.

Articolo Precedente

Interrogati alla lavagna: le bizzarrie della scuola italiana

Prossimo Articolo

Donne, votate solo donne!

Ultimi Articoli in Small