Geopolitica. Limes Club Genova

Geopolitica per tutti: nasce il Limes Club Genova

Dalla guerra in Ucraina la geopolitica è divenuta materia popolare, complici i dibattiti tv. A Genova è nato il Limes Club: martedì 14 la prima uscita pubblica a Palazzo Ducale.
12 Marzo 2023
5 min
1.4K views

Insieme a Lorenzo Pellerano (Presidente Limes Club Genova) e Giacomo Mariotto (membro della Redazione di Limes) abbiamo parlato della nascita del Limes Club Genova e del primo evento che svolge, martedì 14 a Palazzo Ducale. Limes, Rivista Italiana di Geopolitica compie quest’anno trent’anni di vita, avendo acquisito un’esperienza e una credibilità che ne fanno un think tank autorevole e sempre da ascoltare. 

Dall’assalto a Capitol Hill del 6 gennaio 2021 e dall’esplosione della guerra in Ucraina del 24 febbraio 2022 – loro correggerebbero dicendo dal 2014! – abbiamo sentito tanto e sempre più parlare della rivista e dei suoi studiosi, tra cui certamente spicca il Direttore Responsabile Lucio Caracciolo.

Lorenzo, Giacomo: che cosa succede martedì 14 marzo?

Martedì 14 marzo alle ore 18 appuntamento presso la Sala del Minor Consiglio di Palazzo Ducale. Fabrizio Maronta e Giacomo Mariotto – entrambi analisti di Limes – presenteranno il nuovo volume di Limes intitolato “La Polonia Imperiale”.

Dall’Italia vediamo poco o male la Polonia: non abbiamo ancora compreso che da alcuni anni a questa parte la fascia orientale dell’Europa sta acquisendo sempre maggiore importanza sul piano internazionale e atlantico, e la Polonia ne sta traendo il maggior giovamento. Questo specularmente vuol dire un arretramento di importanza dell’ambito mediterraneo, quindi una sorta di declassamento dell’Italia sul piano delle relazioni internazionali e atlantiche nello scenario geopolitico mondiale.

Conoscere la Polonia significa conoscere il cuore della geopolitica e quindi dell’evoluzione della storia odierna. Leggere Limes vuol dire rendersi consapevoli di ciò che accade nel mondo, in particolare della prospettiva italiana a tutto tondo, degli interessi italiani e di come ciò che avviene impatta sul nostro Paese, sulla nostra economia, sulla nostra cultura, sulla nostra storia.

Vi aspettiamo per approfondire queste tematiche!

Perchè fondare un Limes Club?

Per presentare l’edizione mensile di Limes, per coltivare costantemente tutto l’anno il dibattito e la riflessione, per invitare periodicamente in città una voce e un pensiero autorevoli e preparati, capaci di condurre riflessione e dibattito.

Di Limes Club ormai ce ne sono numerosi sparsi per l’Italia, dalla grande città (Roma, Milano, Bologna, Pisa, Verona) al paesino: sorgono tutti spontaneamente dal basso, da un bisogno e un desiderio non sporadico di concedersi uno sguardo poliedrico sul mondo, e non farlo come singoli ma in un gruppo di persone, unite assieme da curiosità e ambizione di consapevolizzarsi su quanto avviene attorno a noi a tutte le latitudini.

Perché fondare un Limes Club a Genova?

George Friedman partecipando all’edizione del 2018 del Festival di Limes a Genova esordì così: “è emozionante intervenire qui a Palazzo Ducale, sede delI’Impero Moderno”. E potremmo aver già risposto!

Genova è “capitale della geopolitica” per la sua storia: al centro degli scambi commerciali del Mediterraneo da sempre, capitale del Mare. Ciò comporta essere al centro dell’economia, della cultura, della società, della politica, quindi del mondo.

E non è solo una cosa del passato: tutt’oggi il settore dello shipping registra a Genova una base rilevante, e cosa richiede lo shipping se non una base e uno sviluppo di conoscenze ampie e in diversi settori quali la storia, l’economia e il commercio, la politica e la legislazione, la geografia e le società?

Ancora, Genova è sede storica di tante grandi industrie, e oggi qui ancora operano Ilva, Leonardo (già Finmeccanica, già Ansaldo), Fincantieri: industrie strategiche per l’intero sistema Paese, in particolare nel settore della Difesa.

Che cosa è il Limes Club Genova?

Verso l’interno è un club, un gruppo informale, composto da persone e amici con percorsi, formazioni e professionalità più diverse. Persone che si ritrovano a parlare per ore rendendosi consapevoli di ciò che accade nel mondo e confrontandosi con chi ha acquisito o vuole acquisire simili strumenti.

Verso l’esterno, nasce dalla convinzione che sia utile e necessario diffondere interesse e attenzione alla geopolitica, che non è una materia a compartimento stagno, e proprio per questo è accessibile, interessante e indagabile da chiunque, quale che sia il proprio retroterra formativo e professionale. Non chiunque può essere esperto di geopolitica, ma tutte e tutti possono ambire a diventarlo.

Non c’è una vera e propria iscrizione, si partecipa, e non è richiesto alcun contributo di sorta, né finanziario né di tempo.

Geopolitica. Limes Club Genova
Il primo incontro del Limes Club Genova a dicembre 2022. Fonte Limes Club Genova

Come è nato il Limes Club Genova?

Noi – Lorenzo e Giacomo – abbiamo frequentato la I Edizione, quella del 2021, della Scuola di Formazione di Limes due anni fa, l’anno scorso la hanno frequentata Nico Morreale e Giovanni Musso Piantelli. Ci siamo ritrovati in quattro genovesi a dirci che forse era giunto il momento di dare corpo a un Limes Club anche a Genova, confidando che il terreno fosse fertile visto che da ormai dieci anni si tiene proprio a Genova a Palazzo Ducale il Festival annuale di Limes.

E così è stato: ci siamo incontrati per la prima volta a inizio dicembre scorso, e ora contiamo su un gruppo Facebook e una pagina Instagram che ci rendono visibili e da cui diffondiamo informazioni e spunti di formazione, nonché una chat whatsapp per coordinarci che conta già parecchie decine di partecipanti.

Cosa vi proponete di fare come Limes Club?

Il lavoro ordinario di un Limes Club ruota attorno alla mensile presentazione del volume che esce, cioè l’occasione periodica e cadenzata di ritrovarsi, invitare un soggetto – o più – autorevole, membro della Rivista ma anche esterno, per poi dibatterne assieme.

Organizzare un evento per ogni presentazione richiede già di per sé una buona dose di impegno ed energie, e poi l’evento sa restituire una quantità oltremodo soddisfacente di nuove informazioni e riflessioni, in uno spazio aperto al dibattito e all’apprendimento continuo.

Volendo, con un pizzico di ambizione e qualche sforzo in più, si può pensare anche ad altri eventi oltre alle presentazioni, così da rendere il Limes Club Genova un luogo di scambio e di pensiero.

Qual è secondo voi il valore aggiunto di Limes?

Ve ne sono due. Il primo è che.. “noi lo avevamo detto”, e proprio George Friedman in particolare già nel 2015.

O in altri termini: lo scoppio della guerra in Ucraina; la messa in crisi dell’equilibrio europeo post crollo del muro di Berlino e dell’Unione Sovietica con la conseguente messa in discussione della democrazia occidentale e atlantica (la cosiddetta e millantata “pax americana”) mostrandone la crisi; il fatto che “la storia non è finita” come si suol dire da tempo o che, con le parole del Direttore Lucio Caracciolo, “la pace è finita, ricomincia la storia”.

Limes va dicendo, o meglio diffondendo, queste previsioni da tempo, non per cartomanzia ma per studi, approfondimenti e dibattiti.

L’altra è che Limes ha declinato la geopolitica in una formula coniata dal Direttore Lucio Caracciolo incentrata su una miscela magmatica e in perpetuo rifluire di storia, geografia, cultura, con un taglio che si può definire antropologico. Ciò rende Limes ancor più un unicum a livello internazionale quale centro di ricerca e studio geopolitico.

E per finire, ma non ultimo per importanza, ci teniamo a ricordare che Limes non assume posizioni politiche o meglio strettamente partitiche, non caldeggia per una posizione univoca nel suo complesso, ma ospita nelle proprie pagine voci e punti di vista differenti e talvolta perfino opposti e in contrasto tra loro.

Che cosa ci vuole quindi per partecipare Martedì 14 marzo, ore 18, alla presentazione dell’ultimo volume di Limes “la Polonia Imperiale”?

Un pizzico di curiosità, l’interesse ad approfondire ciò che accade nel mondo ma su cui non di rado i media italiani non poggiano i propri riflettori, e l’ambizione ad acquisire punti di vista ed elementi di consapevolezza di cui si è sprovvisti.

Fino a due anni fa la geopolitica era vista come una cosa da nerd, oggi ne parlano tutti. O meglio, tutti credono di saperne parlare, ma per riuscirci davvero servono studio, riflessione e dibattito: chi verrà martedì e magari poi si unirà liberamente al Limes Club Genova ha già fin d’ora la garanzia che troverà tutto ciò!

Immagine di copertina:
Logo del Limes Club Genova
. Fonte Limes Club Genova


Scrivi all’Autorə

Vuoi contattare l’Autorə per parlare dell’articolo?
Clicca sul pulsante qui a destra.


I Muri di Libera Espressione
Articolo Precedente

I Muri di Libera Espressione

Lanterna di Genova
Prossimo Articolo

Un girotondo che finisce con l’alba

Ultimi Articoli in Interviste

Giornata Internazionale di solidarietà con il popolo palestinese

LABIBA |  Giovane Palestina

Il 29 novembre ricorre la Giornata internazionale di solidarietà al popolo palestinese. Qual è il significato di tale giornata nel difficile momento storico attraversato dalla Palestina?
TornaSu

Don't Miss