Villetta Di Negro Genova

Oggi a Villetta Di Negro: escursione e raccolta firme per “i luoghi del cuore” FAI

Un percorso attraverso i due ettari di oasi verde nella panoramica cornice di Villetta di Negro, nato dall'esigenza di rilanciare il parco. Oggi dalle 15.30!

119 views
1 min

Il Comitato Amici di Villetta di Negro in collaborazione con Liguria Walking Tour ha organizzato per la giornata di oggi, a partire dalle ore 15.30, un’escursione tra storia e botanica all’interno dell’ampio parco di  Villetta di Negro, raggiungibile comodamente da Piazza Corvetto, e da Piazza Portello percorrendo salita delle Battistine. 

La visita sarà accompagnata dalla guida escursionistica Viviana Bobbio, e l’evento, gratuito e senza prenotazione, è stato pensato per informare visitatori e visitatrici circa la raccolta firme “I luoghi del cuore” promossa dal FAI Fondo Ambiente Italiano: da più di un anno, infatti, il Comitato Amici di Villetta di Negro ha avviato la raccolta firme per inserire il Parco nella lista dei luoghi del cuore e pertanto tentare di accedere al Fondo per avviare un lavoro di rigenerazione e manutenzione del Parco, che al momento come sappiamo (e abbiamo anche raccontato: 3 buoni motivi per riscoprire Villetta Di Negro) non versa in condizioni di ottima cura nonostante il suo incantevole valore storico-artistico.

L’evento, dicevamo, sarà gratuito, e non ci sarà bisogno di prenotazione. Il luogo di ritrovo è al cancello di piazzale Mazzini.

Per chi non riuscisse a partecipare ma avesse piacere di votare il Parco come “luogo del cuore” FAI, si colleghi immediatamente a questo link! >>

Per incuriosire chi conosce poco la Villetta, qui una nota storica direttamente dal profilo FAI:

Il Parco di Villetta Di Negro è uno dei più antichi e prestigiosi polmoni verdi della città di Genova. Esso si sviluppa lungo una serie di viali che salgono lungo i lati di una collinetta e fu realizzato dal marchese Gian Carlo Di Negro (Genova 1769-1857), il quale aveva acquistato nel 1802 il rilievo e si era impegnato a fondare e sovvenzionare per sei anni una scuola di botanica, confluita poi nella cattedra di botanica presso l’Università di Genova. Sulla sommità della collina sorgeva l’ottocentesca villa voluta dal Di Negro e progettata dall’architetto Carlo Barabino, attorniata da un giardino lussureggiante adornato di giochi d’acqua, busti di personaggi illustri, statue ed edifici neogotici. Il marchese fu uomo di grande cultura, con una rete di contatti a livello internazionale, amante della mondanità e delle feste. La villetta divenne punto di riferimento di numerosi intellettuali e personalità del tempo e furono ospiti del marchese, fra i molti, Madame de Staël, George Byron.

Immagine di copertina:
Vista di Piazza Corvetto dal parco di Villetta Di Negro. Fonte Genovamorethenthis


Scrivi all’Autorə

Vuoi contattare l’Autorə per parlare dell’articolo?
Clicca sul pulsante qui a destra.


wall:out è un magazine online che approfondisce società, arti e scienza. È un progetto di condivisione di informazione, idee e punti di vista.

È un sisma con epicentro Genova.

Articolo Precedente

La Wunderkammer di Villa Durazzo Bombrini a Cornigliano

Prossimo Articolo

L’antica pala d’altare di San Giacomo di Gattorna

Ultimi Articoli in Small