Cantata autogestita Ricordando Faber, Genova

Ricordando Faber

In arrivo la nona edizione della cantata autogestita per Faber. Sabato 15 aprile, Piazza San Lorenzo, dalle ore 20.
12 Aprile 2023
1 min
731 views

Cos’è una cantata autogestita? Un raduno spontaneo e a libera partecipazione, un’occasione per ritrovarsi e condividere la passione per la musica. Per questa nona edizione della cantata autogestita Ricordando Faber, l’appuntamento è sabato 15 aprile in Piazza San Lorenzo dalle ore 20.

Cantata autogestita Ricordando Faber, Genova
Copertina dell’evento Ricordando Faber Vol. 9, 2023. Fonte Pagina Facebook Ricordando Faber

Prenderanno voce le parole di Fabrizio De André, suoneranno le chitarre e magari anche le fisarmoniche. Sei un musicista? Porta il tuo strumento! Violini, cajon, tamburelli, percussioni sono i benvenuti!

L’ultima cantata genovese è stata il 18 febbraio, per il genetliaco di Faber: in quell’occasione è apparso a sorpresa anche un suonatore di cornamusa. La piazza è esplosa di stupore ed entusiasmo, pronta a intonare Via del Campo.

Alla cantata in ricordo dell’anniversario della morte, l’11 gennaio scorso, due chitarre e tre ventine di voci, riunite sotto lo spirito di Faber. 

Cantata, quella, imbastita all’ultimo momento da Wall:out Magazine

Con cantate anarchiche programmate da tempo e contemporaneamente in tante città italiane, ci siamo resi conto che proprio nella Genova di Faber non ne era prevista alcuna. Allora abbiamo prodotto rapidamente una grafica da condividere con tutti i contatti e con un efficace passaparola la serata ha preso vita.

Dunque, per questo sabato, invitiamo i nostri amici, spargiamo la parola. Pronti a prestare la nostra voce, i nostri strumenti e la nostra arte. Tutte le informazioni e gli aggiornamenti per sabato alla pagina Ricordando Faber – Genova.

Ci vediamo sabato!

Immagine di copertina:
Foto di IlFra Ferretti dalla Pagina Fecebook Ricordando Faber


Scrivi all’Autorə

Vuoi contattare l’Autorə per parlare dell’articolo?
Clicca sul pulsante qui a destra.


Confisca Canfarotta. Tour dei beni confiscati alla mafia, Genova.
Articolo Precedente

Cronache dal “tour dei beni confiscati”

La Madonna col Bambino del pittore Lorenzo Fasolo a Santa Maria di Castello, Genova
Prossimo Articolo

A Madonna cû o Banbin do pitô Lorenzo Fasolo a Santa Maria de Castéllo

Ultimi Articoli in Small

Genova: L’Intifada studentesca e la Nakba

L’Intifada studentesca e la Nakba

Intifada (الانتفاضة) è la parola araba che sta per “scuotimento, sussulto o scrollarsi di dosso”. L’Intifada fa riferimento alle rivolte popolari arabe contro l’entità sionista che illegalmente occupa i territori della Palestina.
Nostalgia. Modernità di un sentimento dal Rinascimento al Contemporaneo. Palazzo Ducale, Genova

Forme e colori di Nostalgia

Un percorso nostalgico composto da centoventi opere, dal rinascimento al contemporaneo, che indagano sulla condizione umana che ha ispirato artisti e poeti.
TornaSu

Don't Miss